CMDA
ACCEDI

Passannante

Passannante

PASSANNANTE

Sinossi:

Giovanni Passannante, giovane cuoco lucano, vende la propria giacchetta per otto soldi e compra un coltello, che somiglia più a un temperino, per un attentato al Re d'Italia. Gli procura solo qualche graffio, ma viene condannato a morte, poi graziato e sbattuto a marcire in una segreta sotto il livello del mare e infine imprigionato in un manicomio criminale dove morirà nel 1910.

Gli verrà negata la sepoltura e il cranio verrà esposto nel Museo Criminologico di Roma.

Da allora Passannante e la sua storia cadono nel dimenticatoio, fino a quando tre uomini testardi, idealisti e un po' incoscienti decidono di intraprendere una lunga battaglia per dare sepoltura ai resti del cuoco lucano, che erano ancora conservati nel Museo Criminologico.

Un teatrante, un giornalista e un cantante combattono la loro battaglia con tutti i mezzi: il teatro e le piazze davanti a gente inconsapevole e compassionevole, nei ministeri, in situazioni grottesche, davanti a funzionari inconsapevoli e indifferenti.

La missione dei tre uomini si concluderà nel maggio 2007, quando finalmente Giovanni Passannante verrà tumulato nel cimitero di Salvia di Lucania, paese che gli diede i natali.

  • Genere: drammatico
  • Regia: Sergio Colabona
  • Titolo Originale: Passannante
  • Produzione: Donatella Palermo
  • Durata: 82’
  • Sceneggiatura: Sergio Colabona, Uldercio Pesce, Andrea Satta, Massimo Russo
  • Direttore della Fotografia: Franco Ferrari
  • Montaggio: Daniele Di Maio
  • Scenografia: Antonio Farina, Gianmaria Cau
  • Costumi: Alessandro Bentivegna
  • Attori: Fabio Troiano, Ulderico Pesce, Andrea Satta, Alberto Gimignani, Bebo Storti
FOTO
FOTO
VIDEO
VIDEO
RECENSIONI
RECENSIONI